Stampa

Vertenza Formazione Professionale: l’accordo siglato tra Regione, OO.SS. e Associazioni datoriali

on .

Un accordo che ricalca i contenuti del verbale concordato il 4 giugno al termine dello sciopero generale delle tre filiere della Formazione Professionale. In sintesi: 220 milioni per il finanziamento dei corsi (con la disponibilità del governo a integrare la cifra, in caso di necessità), la costituzione di task force per accelerare il pagamento degli arretrati, garanzie di continuità lavorativa fino al 31 dicembre per gli addetti degli sportelli multifunzionali, e ancora norme di semplificazione dei procedimenti, anticorruzione e anti-parentopoli, oltre a una diversa modalità di utilizzo del Durc.

Questo solo il primo passo che deve portare al percorso condiviso di una riforma che deve guardare, in primo luogo, alla salvaguardia occupazionale e al diritto alla retribuzione dei lavoratori. Un banco di prova da verificare sul campo, attraverso un’azione amministrativa coerente con gli impegni assunti. Quindi solo un accordo, nella consapevolezza che altri ne erano stati siglati e poi disattesi dal precedente Governo.

L’efficacia dell’azione di Governo e del Presidente Crocetta, dovrà essere misurata non dalla sottoscrizione di accordi, ma dalla reale capacità di onorarli. E’ per questo motivo che la vera soddisfazione sarà espressa al termine di quel percorso che dovrà mettere in sicurezza i lavoratori delle tre filiere e lo stesso sistema, in una dimensione di tutela dei diritti e di efficacia dell’azione amministrativa e formativa al servizio della collettività e coerente con le priorità del mercato del lavoro, abbandonando le logiche delle clientele e dell’affarismo. Logiche che hanno portato il sistema sull’orlo del collasso. Questo rappresenta l’unico obiettivo della nostra azione sindacale.
Il Segretario Generale
Vito Cudia

Scarica il testo dell’accordo: verbali del 6 e 7 giugno 2013
Scarica il testo del verbale di incontro del 4 giugno 2013