Stampa

Il bando del concorso ordinario in sintesi

on .

Il bando del concorso ordinario in sintesi / Il crollo dei posti in Sicilia rispetto alle previsioni MIUR
(26/09/12)

Il bando in sintesi (*)



Domanda di ammissione
La domanda di ammissione si presenta dal 6 ottobre fino alle ore 14:00 del 7 novembre 2012 in una sola Regione ed esclusivamente on line. Nell’unica domanda il/la candidato/a dovrà indicare i posti ovvero le classi di concorso per cui intende partecipare.

Requisiti di ammissione
Ai concorsi sono ammessi a partecipare i candidati in possesso del titolo di abilitazione all’insegnamento nella scuola dell’infanzia o primaria o secondaria di I e II grado, conseguito entro la data di scadenza del termine per la presentazione della domanda, ivi compresi i titoli di abilitazione conseguiti all’estero purché riconosciuti con apposito decreto del Ministero. Sono altresì ammessi a partecipare, ai sensi dell’articolo 2, comma 1 del decreto interministeriale 10 marzo 1997:
a) per i posti della scuola primaria, i candidati in possesso del titolo di studio comunque conseguito entro l'anno scolastico 2001-2002, ovvero al termine dei corsi quadriennali e quinquennali sperimentali dell'istituto magistrale, iniziati entro l'anno scolastico 1997-1998; b) per i posti della scuola dell’infanzia, i candidati in possesso del titolo di studio comunque conseguito entro l'anno scolastico 2001-2002, al termine dei corsi triennali e quinquennali sperimentali della scuola magistrale, ovvero dei corsi quadriennale o quinquennale sperimentale dell’istituto magistrale, iniziati entro l'anno scolastico 1997-1998.
Sono ammessi a partecipare, per i posti di scuola secondaria di I e II grado, ai sensi dell’articolo 2 del decreto interministeriale 24 novembre 1998, n. 460, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 131 del 7 giugno 1999:
a) i candidati che alla data del 22 giugno 1999 (data di entrata in vigore del citato decreto interministeriale) erano già in possesso di un titolo di laurea ovvero di un titolo di diploma conseguito presso le accademie di belle arti e gli istituti superiori per le industrie artistiche, i conservatori e gli istituti musicali pareggiati, gli ISEF, che alla stessa data consentivano l’ammissione ai concorsi per titoli ed esami per il reclutamento del personale docente;
b) i candidati che abbia conseguito i titoli di cui alla precedente lettera a) entro l’anno accademico 2001-2002, se si tratta di corso di studi quadriennale o inferiore; entro l’anno accademico 2002-2003, se si tratta di corso di studi quinquennale, nonché i candidati che abbiano conseguito i diplomi di cui alla lettera a) entro l'anno in cui si sia concluso il periodo prescritto dal relativo piano di studi a decorrere dall'anno accademico 1998-1999.
Per i posti di insegnante tecnico-pratico, sono ammessi a partecipare i candidati in possesso del titolo di studio di cui al decreto ministeriale 30 gennaio 1998, n. 39.
Non possono partecipare ai concorsi coloro che alla data di pubblicazione del presente decreto sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, 4^ Serie Speciale, Concorsi ed Esami, prestano servizio su posti e cattedre con contratto individuale di lavoro a tempo indeterminato nelle scuole statali.

Data preselezione
La data della preselezione sarà data con avviso sulla G.U. del 23 novembre 2012, sulla rete intranet e nel sito del MIUR ( www.istruzione.it ) . La prova di preselezione computer-based unica per tutti i posti e le classi di concorso e per tutto il territorio nazionale: 50 quesiti a risposta multipla con 4 opzioni di risposta di cui una sola corretta così ripartiti: capacità logiche: 18 domande; capacità di comprensione del testo: 18 domande; competenze digitali: 7 domande; conoscenza della lingua straniera; 7 domande. La lingua straniera è a scelta del candidato. I quesiti saranno estratti da una banca dati resa nota tramite pubblicazione sul sito del MIUR ( www.istruzione.it ) 20 giorni prima dell’avvio delle sessioni di preselezione.
I quesiti sono estratti da una banca dati resa nota tramite pubblicazione sul sito del Ministero (www.istruzione.it ) 20 giorni prima dell’avvio delle sessioni di preselezione.
La prova ha la durata di 50 minuti, al termine dei quali il sistema interrompe la procedura e acquisisce definitivamente le risposte fornite dal candidato fino a quel momento. Fino all’acquisizione definitiva il candidato può correggere le risposte già date.

Valutazione della preselezione
Nella preselezione on line la risposta corretta vale 1 punto, la risposta non data vale 0 punti e la risposta errata vale – 0,5 punti. Il risultato della prova è immediatamente visualizzato sulla postazione del candidato. Sono ammessi alla prova scritta i candidati che hanno conseguito un punteggio non inferiore a 35/50. Il non superamento della prova comporta l’esclusione dal prosieguo della procedura concorsuale. Il punteggio della prova non concorre alla formazione del voto finale nella graduatoria di merito.

Convocazione dei candidati
L’avviso on line ha valore di notifica a tutti gli effetti. I candidati che non ricevono comunicazione di esclusione dal concorso sono tenuti a presentarsi per sostenere la prova di preselezione secondo le indicazioni contenute nel predetto avviso, muniti di un documento di riconoscimento in corso di validità e del codice fiscale. La mancata presentazione nel giorno, ora e sede stabiliti, comunque giustificata ed a qualsiasi causa dovuta, comporta l’esclusione dal concorso. Qualora, per cause di forza maggiore sopravvenute, non sia possibile l’espletamento di una o più sessioni della prova preselettiva nelle giornate programmate, ne viene stabilito il rinvio con comunicazione, anche in forma orale, ai candidati presenti.

Divieti
Durante lo svolgimento della prova i candidati non possono introdurre nella sede di esame carta da scrivere, appunti manoscritti, libri, dizionari, testi di legge, pubblicazioni, strumenti di calcolo, telefoni portatili e strumenti idonei alla memorizzazione o alla trasmissione di dati, né possono comunicare tra loro. In caso di violazione è disposta l’immediata esclusione dal concorso.

Prove d’esame
Le prove di esame ed i relativi programmi sono riportati nell’Allegato 3 del Decreto (Vai al link appresso riportato). Hanno diritto di accesso alle prove scritte i candidati che hanno superato la prova di preselezione computer-based, unica per tutti i posti e le classi di concorso e per tutto il territorio nazionale.
La prova scritta ovvero scritto-grafica consiste in una serie di quesiti a risposta aperta finalizzata ad accertare la padronanza delle competenze professionali e delle discipline con riferimento al relativo programma d’esame. La durata della prova scritta o scritto-grafica è fissata contestualmente all'argomento della prova assegnata.
La prova scritta dei candidati ai posti di insegnamento della scuola primaria comprende anche l’accertamento della conoscenza della lingua inglese. Per tale prova è richiesta la conoscenza della lingua inglese al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue.
La prova pratica o di laboratorio, quando prevista, verte sugli stessi programmi della classe di concorso cui si riferisce. La durata della prova pratica è fissata dalla commissione esaminatrice.
La prova orale, distinta per ciascun posto o classe di concorso, ha per oggetto le discipline di insegnamento e valuta la padronanza delle medesime e la capacità di trasmissione da parte del candidato, la capacità di progettazione didattica, anche con riferimento alle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC) e agli studenti con bisogni educativi speciali.
La prova orale valuta altresì la capacità di conversazione nella lingua straniera prescelta dal candidato, ove detta competenza non sia già richiesta per l’insegnamento cui si concorre.
Per la scuola primaria la lingua è l’inglese.
Per l’ambito disciplinare n. 5 (inglese e francese) la prova orale si svolge nella lingua straniera. La prova orale consiste: a) in una lezione simulata, della durata di 30 minuti, su una traccia estratta dal candidato 24 ore prima della data programmata per la sua prova orale. A tal fine la commissione predispone un numero di tracce pari a tre volte il numero dei candidati. Le tracce estratte sono escluse dai successivi sorteggi; b) in un colloquio immediatamente successivo, della durata massima di 30 minuti, nel corso del quale sono approfonditi i contenuti, le scelte didattiche e metodologiche della lezione di cui alla lettera a). La prova orale si svolgerà nell'ordine stabilito dalla commissione esaminatrice.
La prova orale dei candidati ai posti di insegnamento della scuola primaria comprende anche l’accertamento della conoscenza della lingua inglese. Per tale prova è richiesta la conoscenza della lingua inglese al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue.
(*) Fonte: www.ceripnews.it del 26-09-12

Sicilia - Prospetto comparativo su dati definitivi
e quelli frettolosamente annunciati dal MIUR (**)


 

DEFINITIVO

STIMA PRECEDENTE

DIFFERENZA

TOTALE NAZIONALE

TOTALE

1.194

1.604

-410

11.542

INFANZIA

216

246

-30

1411

INFANZIA - SOST

19

22

-3

127

PRIMARIA

202

362

-160

3502

PRIMARIA - SOST

18

33

-15

315

AD00

41

51

-10

314

AD01-2-3-4

20

25

-5

196

A033

86

96

-10

629

A059

68

68

0

410

A017

26

26

0

142

A019

6

6

0

79

A020

0

0

0

26

A034

7

7

0

23

A025

10

10

0

84

A028

79

79

0

330

A029

3

3

0

15

A030

3

3

0

58

A036

10

12

-2

49

A037

17

18

-1

128

A038

1

4

-3

29

A047

6

6

0

74

A049

9

9

0

94

A050

53

96

-43

602

A043

202

310

-108

1871

A051

6

6

0

258

A052

10

10

0

81

A060

0

0

0

21

A246

8

16

-8

67

A245

5

5

0

64

A346

16

20

-4

156

A345

14

22

-8

122

C430

33

33

0

265

(**) Fonte – Cisl Scuola Sicilia del 26-09-2012 – www.cislscuolasicilia.it )